. 76 Parole « passodopopasso

A piedi attraverso l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia per parlare di memoria…

partners

Contributi alla riflessione

76 Parole

Prestaci una tua Parola, la porteremo con noi per restituirla a...

76 Parole

Parole in Prestito

Facciamo un patto, uno di quei patti che si fanno guardandosi negli occhi e stringendosi la mano: di questo viaggio che sta per cominciare, io vi darò restituzione!

Ricordo un proverbio di quando ero bambino: Chi prende e non rende, l’inferno lo attende!

E quindi già solo per evitare di essere accolto nello stuolo dei dannati, restituisco tutto e con gli interessi; ma ho una domanda che mi ronza in testa: cos’è che ho preso, che sento di dover restituire?

In questi mesi me lo sono chiesto molte volte: realizzare questo cammino è per me l’occasione di veder concretizzato un sogno accarezzato per molti anni; è un’opportunità rara e preziosa che mi fa dire di essere una persona molto fortunata ed un privilegiato; ecco allora che mi balena una prima possibile risposta: mi sto prendendo un po’ del vostro tempo! Sì, per andare a piedi fino ad Auschwitz, mi sto prendendo del tempo, che in qualche modo sottraggo a qualcun altro! E allora, in cambio, sento di dover restituire qualcosa che possa lasciare una traccia, sento il bisogno di raccontare ciò che il viaggio genererà in me, nelle persone che mi accompagnano e in quelle che incontreremo; sento il bisogno di trovare una forma idonea di racconto, in modo tale che altre persone possano fruirlo e in qualche modo appropriarsene.

Ed ecco dunque un’idea, il mio piccolo progetto di restituzione: dal momento che già prendo un po’ del vostro tempo, sfacciatamente estendo le mie pretese, vi chiedo in prestito una parola, una vostra parola affettiva da affidarmi, se vorrete, che custodirò come un piccolo tesoro e vi restituirò in qualche modo trasformata.

Se pratichiamo un foro su una cartolina e proviamo a guardarci attraverso, immediatamente la realtà che ci circonda cambia aspetto, perché il nostro campo visivo si riduce, ma i nostri occhi, avendo meno cose da vedere, sorprendentemente notano molti particolari in più; allo stesso modo se al foro sostituiamo una parola.

E quindi 76 parole, una per ogni giorno di viaggio: parole per raccontare il nostro cammino; parole che diventano la lente attraverso cui guardare le cose, attraverso cui vivere le esperienze; parole che diventano limite, limite che aiuta ad entrare nel profondo della realtà, a focalizzare le sensazioni e a vivere le emozioni.

Scrive Gianrico Carofiglio nel suo romanzo Ragionevoli dubbi:

<<… Le nostre parole sono spesso prive di significato. Ciò accade perché le abbiamo consumate, estenuate, svuotate con un uso eccessivo e soprattutto inconsapevole. Le abbiamo rese bozzoli vuoti. Per raccontare, dobbiamo rigenerare le nostre parole. Dobbiamo restituire loro senso, consistenza, colore, suono, odore. E per fare questo dobbiamo farle a pezzi e poi ricostruirle … potremmo chiamare “manomissione” questa operazione di rottura e ricostruzione. La parola manomissione ha due significati in apparenza molto diversi. Nel primo significato essa è sinonimo di alterazione, violazione, danneggiamento. Nel secondo, che discende direttamente dall’antico diritto romano (manomissione era la cerimonia con cui uno schiavo veniva liberato) essa è sinonimo di liberazione, riscatto, emancipazione. La manomissione delle parole include entrambi questi significati. Noi facciamo a pezzi le parole (le manomettiamo nel senso di alterarle, violarle) e poi le rimontiamo (le manomettiamo nel senso di liberarle dai vincoli dei non significati). Solo dopo la manomissione, possiamo usare le nostre parole per raccontare storie … >>

E allora prestatemi una vostra parola, giorno per giorno ve la restituirò in forma di diario, raccontando il nostro cammino

Grazie!

Gimmi Basilotta

Raccolgo tutte le vostre parole affettive che avrete la bontà di consegnarmi a condizione che mi diate anche la motivazione per cui me le affidate; tra queste ne sceglierò 75 (la settantaseiesima la tengo per me) e prima di partire assegnerò ad ogni giorno la sua parola.

CARI AMICI TUTTI,

di seguito le parole che ho scelto abbinate alle date
giorno per giorno una parola da oggi fino al primo maggio e magari anche oltre… chissa’.
per questo se vorrete ancora lasciarne altre, questa pagina è a vostra disposizione

FEBBRAIO

mar 15 ELENCO
mer 16 PIETRA
gio 17 ANIMALI
ven 18 MAI
sab 19 PANE
dom 20 DISPONIBILITA’
lun 21 SU
mar 22 BAMBINI
mer 23 COMPASSIONE
gio 24 ESSERE
ven 25 CUSTODIRE
sab 26 PAURA
dom 27 CAREZZA
lun 28 PEZZO

MARZO

mar 1 MEMORIA
mer 2 SORRISO
gio 3 VOLONTA’
ven 4 E
sab 5 CIELO
dom 6 ACCONSENTIRE
lun 7 BUIO
mar 8 RITMO
mer 9 ALBERO
gio 10 EDUCAZIONE
ven 11 CUORE
sab 12 NOME
dom 13 CALORE
lun 14 DOLORE
mar 15 RE-STARE
mer 16 LUCIDITA
gio 17 COERENZA
ven 18 DIGNITA’
sab 19 PACE
dom 20 ORME
lun 21 RESISTENZA
mar 22 FRONTIERA
mer 23 NEBBIA
gio 24 IMPRESA
ven 25 LUCE
sab 26 RESPIRO
dom 27 RESPONSABILITA’
lun 28 NONVIOLENZA
mar 29 TEMPO
mer 30 MANCANZA
gio 31 CREDERE

APRILE

ven 1 PAPA’
sab 2 ASINO
dom 3 SOBRIETA’
lun 4 RISCOPERTA
mar 5 ATTESA
mer 6 IN-CONTRO
gio 7 DURATA
ven 8 SILENZIO
sab 9 PERDONO
dom 10 MANI
lun 11 RIFUGIO
mar 12 UMANITA’
mer 13 SPERANZA
gio 14 MALE
ven 15 FILO
sab 16 PASSO
dom 17 PRESENTE
lun 18 SMARRITI
mar 19 CONSAPEVOLEZZA
mer 20 RICONCILIAZIONE
gio 21 UMILTA’
ven 22 ACCOGLIENZA
sab 23 MORMORIO
dom 24 PAROLA
lun 25 TENACIA
mar 26 ACCOMPAGNARE
mer 27 CORPO
gio 28 RICORDARE e RACCONTARE
ven 29 ACQUA
sab 30 CASA

MAGGIO

dom 1 NIE LĘKAJCIE SIĘ
(NON ABBIATE PAURA)

Grazie

per lasciare la tua Parola vai in fondo a questa pagina nello Spazio

LASCIA UN COMMENTO

ed inviaci il tuo suggerimentoe le tue motivazioni, non dimenticarti di lasciarci un indirizzo e-mail con il quale poterti ricontattare !!!

Lascia un commento