. Il viaggio « passodopopasso

A piedi attraverso l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia per parlare di memoria…

partners

Contributi alla riflessione

76 Parole

Prestaci una tua Parola, la porteremo con noi per restituirla a...

Il viaggio

Il viaggio, di 1913 chilometri, attraversa l’Italia, l’Austria, la Repubblica Ceca e la Polonia, ha una durata di 76 giorni e inizierà il 15 febbraio 2011, ricorrenza della partenza da Borgo San Dalmazzo degli internati, per terminare il 1° maggio 2011, Yom Ha Shoah, giorno della memoria in Israele.

Il gruppo è che affronta il viaggio è composto complessivamente da nove persone: due attori e un musicista faranno l’intero percorso a piedi, mentre un quarto posto a staffetta di una settimana consentirà ad altri dieci diversi camminatori di percorrere una frazione dell’itinerario; seguono il gruppo a piedi un fotografo, un video maker, un addetto stampa e due autisti, in quanto si prevede il supporto di due unità mobili, una alle spalle di chi cammina per garantire la sicurezza stradale e un’altra che precede il gruppo a piedi di qualche chilometro per ottimizzare la logistica, curare la comunicazione ed annunciarne l’arrivo.

Il cammino prevede giornate di sosta con momenti di incontro, scambio, documentazione e spettacolo nelle comunità locali. L’obiettivo è di convocare lungo il tragitto altra gente e invitarla a unirsi per un tratto del percorso, andando a creare una comunità di memoria in movimento.Il viaggio verrà preceduto da un’azione di informazione e sensibilizzazione, in modo da creare attenzione e occasioni di incontro durante il passaggio del gruppo.

foto maurizio agostinettoI partecipanti cureranno tramite il sito www.viaggioadauschwitz.eu un diario di viaggio, corredato di immagini e aperto agli interventi del pubblico.

Book Crossing: in più fermate verrà lasciato un libro e chiesto in cambio un altro, per sottolineare l’importanza della scrittura per la documentazione della memoria.

Ogni tappa verrà dedicata a un deportato e ai suoi discendenti, ricordando la storia della gente nella Shoah, ma anche il ritorno alla vita.

Come atto simbolico che guarda al futuro, si intende trasportare un albero di betulla da piantare all’arrivo ad Auschwitz, mentre nelle diverse tappe, nelle stazioni ferroviarie, nelle scuole o nei luoghi di aggregazione, laddove si trovi qualcuno disposto a prendersene cura e a rendere tangibile la memoria del viaggio alla vita, consegnare un seme far germinare e crescere

ITALIA – 33 tappe

Borgo San Dalmazzo – Cuneo 10,0 – Fossano 37,0 – Racconigi 69,4 – Moncalieri 99,3 – Torino 107,7 – Chivasso 131,8 – Tronzano Vercellese 162,3 – Vercelli 183,2 – Novara 213,1 – Vittuone 246,6 – Milano 270,7 – Tavazzano 301,1 – Casalpusterlengo 332 – Piacenza 352,9 – Busseto 382,9 – Parma 418,5 – Gattatico 440,6 – Reggio Emilia 462,4 – Modena 487,9 – Carpi 509,6 – Fossoli 514,6 – Suzzara 544,1 – Mantova 567,2 – Villafranca 595,5 – Pescantina 625,8 – Belluno Ver.se 656,7 – Rovereto 687,3 – Trento 712,4 – Laghetti 743,7 – Bolzano 776,2 – Chiusa 806 – Mules 840,6 – Brenner 866,3

AUSTRIA – 25 tappe

Patsch 898,2 – Innsbruck 907,2 – Schwatz 935 – Worgl 970,6 – Kitzbuel 1003,1 – Hochfilzen 1031,6 – Zell Am See 1063,7 – Lend 1089,8 – Bischofshofen 1115,6 – Kuchl 1145,3 – Salzburg 1176,3 – Strasswalchen 1204,7 – Vöclabruck 1238,4 – Wels 1273,5 – Linz 1299,5 – Mauthausen 1325,6 – St.Nikola An Danau 1360,4 – Lehen 1391,3 – Melk 1403 – Krems an Donau 1437,8 – Absdorf 1470,9 – Hoflein an Donau 1499,9 – Wien 1519,1 – Gansendorf 1549,2 – Drosing 1582,6

REPUBBLICA CECA – 9 tappe

Breclav 1612,2 – Hodonin 1638,3 – Uhersky Ostroh 1669,6 – Otrokovice 1701,3 – Prerov 1733,5 – Hranice 1764,5 – Studenka 1798,7 – Ostrava 1825,1 – Karvina 1849,5

POLONIA – 3 tappe

Chybie 1873,9 – Brzeszcze 1906,9 – Oswiecim 1913

foto maurizio agostinetto

Devi essere collegato per poter inserire un commento.